AgustaWestland AW609 precipita a Vercelli: morti i 2 piloti -FOTO

AgustaWestland AW609 precipita a Vercelli: morti i 2 piloti -FOTO

Il convertiplano è caduto per cause ancora da accertare tra Santhià e Tronzano: alcuni testimoni raccontano di avere sentito un boato seguito dalla caduta di rottami: ecco le prime foto esclusive

Incidente per un convertiplano Finmeccanica-AgustaWestland AW609. L'aeromobile, secondo le prime notizie ufficiali, è precipitato nella mattinata di venerdì 30 ottobre in un campo di mais tra Santhià e Tronzano, in provincia di Vercelli. A bordo dell'aeromobile sperimentale, partito dallo stabilimento di Vergiate, erano presenti i due piloti, entrambi morti nell'impatto. Il velivolo si è spezzato in tre parti, i due motori sono stati rinvenuti a 100 metri dalla carlinga. Il velivolo ha preso fuoco.

Il convertiplano AW609 (marche N609AG) secondo gli abitanti del luogo, stava effettuando manovre nella zona già da alcuni giorni. L'aeromobile, ibrido tra elicottero e aereo, è caduto in una zona periferica, tra i campi di mais. 

AgustaWestland ha confermato l'accaduto in una nota stampa e sui canali social. 

L'INCIDENTE DELL'AW609 DI VERCELLI

Alcuni testimoni hanno riferito di avere sentito un boato prima dello schianto, seguito dalla caduta di rottami. Secondo alcune testimonianze l'AW609 avrebbe preso fuoco in volo: sull'accaduto indaga l'ANSV e la procura di Vercelli, che procede per omicidio colposo con disastro aviatorio

Ecco le foto esclusive dell'incidente scattate da Andrea Sereni

Nella fotogallery: Le foto dell'incidente dell'AW609 di Vercelli

  • Foto n. 1
  • Foto n. 2
  • Foto n. 3
  • Foto n. 4

"Abbiamo avuto adesso la notizia che un nostro prototipo in prova è caduto, stiamo aspettando altre notizie". Così l'ad di Finmeccanica, Mauro Moretti, ha aperto il convegno del gruppo che si tiene proprio oggi all'Expo di Milano. "Questo -aggiunge Moretti- non ci deve fermare nella ricerca e nell'innovazione. Due piloti sono morti, è una cosa molto dolorosa, vi chiedo un attimo di silenzio". Finmeccanica-AgustaWestland, in un comunicato, "conferma la perdita di un prototipo di AW609 e la tragica scomparsa di due piloti. L'azienda è vicina alle famiglie e sta collaborando con le competenti autorità per fare luce sulle cause dell'incidente".

L’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (ANSV) ha aperto un’inchiesta sull’incidente del convertiplano AW609 e ha disposto l’invio di un team investigativo sul sito dell’evento. 

L'AW609 caduto a Vercelli era uno dei due prototipi volanti del convertiplano e aveva ampiamente superato le 1.000 ore di volo. L'altro modello è basato ad Arlington, in Texas, in attesa dell'arrivo di altri due aeromobili in vista del completamento dei test per la certificazione, prevista per il 2017. 

LE DUE VITTIME: PIETRO VENANZI E HERB MORAN

Con il disastro dell'AW609 di Vercelli, AgustaWestland e l'industria aerospaziale perdono due grandi professionisti. Ai comandi dell'aeromobile c'era il com.te Pietro Venanzi, uno dei padri del programma AW609 (di cui era capo collaudatore) e tra i piloti sperimentali più decorati e riconosciuti del mondo. Nel 2014 aveva vinto il premio "Iven Kicheloe", proprio per il suo lavoro nel programma AW609. 

Al suo fianco sull'AW609 c'era anche il com.te Herb Moran, originario degli Stati Uniti e altro pilota di grande esperienza. Per 13 anni nel Corpo dei Marines, Moran era pilota sperimentale per AgustaWestland dal 2011. 

I piloti, secondo le prime testimonianze, sarebbero riusciti con un tentativo estremo a condurre l'aeromobile fuori dal centro abitato. "Volava basso sulle case ed era in fiamme. Il pilota è stato bravo a portarlo fino sui campi di mais. Se fosse caduto in città, sarebbe stata una strage", sostengono alcuni studenti, testimoni oculari dell'incidente. 

L'AW609, IL TILTROTOR DI AGUSTAWESTLAND

L’AW609 combina, in un unico velivolo, i vantaggi di un elicottero e quelli di un aeromobile ad ala fissa. Può decollare e atterrare in verticale, volare in condizioni meteo avverse e trasportare fino a nove passeggeri, a una velocità e con un raggio d’azione doppi rispetto a quelle tipiche di un elicottero.

Il tiltrotor era nato da una partnership tra Bell e AgustaWestland, solo in seguito (nel 2009) l'azienda anglo-italiana ne ha assunto la piena proprietà rinominandolo AW609. L’aeromobile dovrebbe ricevere le certificazioni FAA e EASA nel 2017, per poi essere commercializzato per operazioni di trasporto aereo, civile, governativo e parastatale.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter