Due nuovi AW169 di Babcock per l'Elisoccorso in Sicilia

Due nuovi AW169 di Babcock per l'Elisoccorso in Sicilia

A partire dal 1°giugno nella base di Pantelleria e dal 15 giugno nella base di Messina entrano in servizio due nuovi bimotore di Leonardo: ecco cambia il panorama HEMS regionale

Da oggi la Sicilia è tra le regioni italiane con la flotta di Elisoccorso più moderna in circolazione. Babcock Italia, che gestisce le missioni HEMS sul territorio regionale, ha schierato sulle basi di Pantelleria e Messina il nuovo elicottero AgustaWestland AW169.

L’aeromobile, di cui il provider leader nei servizi di elisoccorso ed emergenza aerea è l’operatore più consistente in Europa, va ad affiancarsi all’Airbus Helicopters H145 già operativo nell’Isola principale del Mediterraneo. L’AW169 va ad inserirsi in uno dei contesti più competitivi per le missioni HEMS: ogni anno in Sicilia vengono effettuate oltre 2.600 missioni di elisoccorso, mentre nel 2016 sono state effettuate 3.348 ore di volo.

“La Sicilia, per le caratteristiche orografiche del territorio e la presenza di isole di grandi dimensioni, è una regione che ci vede particolarmente impegnati nel rispondere alla domanda di soccorso con elicottero in tempi sempre più rapidi e con prestazioni sempre più elevate - ha dichiarato il CEO di Babcock Italia, Andrea Stolfa -. In quest’ottica, l’utilizzo di nuove tecnologie e la spinta all’innovazione abbinata all’addestramento continuo dei nostri equipaggi e al miglioramento della sicurezza e della qualità delle nostre operazioni ci permettono di garantire ai nostri clienti un elevato livello di servizio”.

ELISOCCORSO SICILIA, ARRIVANO DUE AW169 DI BABCOCK

Babcock Italia, azienda leader nei servizi di elisoccorso ed emergenza aerea con oltre 50 basi operative su tutto il territorio nazionale e oltre 46.000 missioni svolte nel 2016, potenzia la flotta a disposizione della Regione Sicilia, dove opera il servizio di elisoccorso nelle basi di Palermo, Catania, Lampedusa, Pantelleria, Messina e Caltanissetta.

Il servizio di elisoccorso sanitario si svolge per tutto l’anno, senza alcuna soluzione di continuità, con i seguenti orari:

•             Base di Catania: HJ (elisuperficie recentemente resa operativa H24)

•             Base di Pantelleria: H12

•             Basi di Palermo, Messina, Caltanissetta e Lampedusa: H24

A partire dal 1 giugno nella base di Pantelleria (con operatività diurna - H12) e dal 15 giugno nella base di Messina (con operatività diurna e notturna - H24) gli elicotteri esistenti saranno sostituiti a cura della Società Babcock Italia da due nuovi elicotteri AW169.

I due nuovi elicotteri (marche I-BPPE e I-BBFI), recentemente entrati a far parte della flotta di Babcock Italia - uno dei quali già impiegato in occasione del G7 di Taormina - vanno a potenziare ulteriormente le operazioni e le tecnologie messe a disposizione della Regione Siciliana per lo svolgimento di un servizio di vitale importanza per il territorio e per i cittadini, come dimostrano i dati relativi all’impiego: ogni anno vengono svolte nella Regione Siciliana in media 2.600 missioni di elisoccorso, il 40% per interventi primari e il 60% per interventi secondari (trasferimenti urgenti fra presidi ospedalieri).

ELISOCCORSO SICILIA: I DATI

Nel 2016 sono stati effettuati in tutto 2.166 voli diurni e 608 voli notturni, per un totale di 3348,28 ore di volo.

Dal 2013 è inoltre attivo in Sicilia il trasporto neonatale, grazie all’utilizzo delle termoculle in dotazione agli elicotteri di Babcock, identiche a quelle utilizzate per la rete STEN (servizio trasporto emergenza neonatale)

L'elicottero con base a Palermo è inoltre l'unico in Italia abilitato al trasporto in ECMO (ossigenazione extracorporea a membrana).

“I due nuovi elicotteri - ha commentato l’assessore alla Salute della Regione Siciliana, Baldo Gucciardi – sono la prova dello sforzo dell’assessorato alla Salute per potenziare nel territorio il servizio strategico e fondamentale di emergenza-urgenza da garantire ai siciliani”.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter