AgustaWestland, Airbus e l'elicottero che non c'è

AgustaWestland, Airbus e l'elicottero che non c'è

Le due case europee si sfidano ormai su tutti i segmenti: il 'killer' dell'AW139, l'H160, è stato presentato due settimane fa. Ma all'appello manca un nuovo elicottero X, eccolo

di Stefano Silvestre

Quando Guillaume Faury parla, le parole hanno, di norma, un peso specifico. E non potrebbe essere altrimenti. Quelle parole sono il risultato di un'attenta analisi da parte del team di comunicazione di Airbus, intravisto - finalmente - in occasione della presentazione del nuovo elicottero H160.

In questo caso le parole del CEO di Airbus Helicopters hanno instillato un dubbio, e sono servite per provare a costruire un'ipotesi, verificarla e nel caso presentarla qui su Helipress. Il dubbio, l’ipotesi è che le parole di Faury nascondessero l'arrivo di un nuovo elicottero, lasciassero intendere sotto traccia l’esistenza di un altro esponente della "Generazione H": l'H150.

Ma andiamo per ordine: a Orlando, Guillaume Faury ha lanciato la sfida a un altro mostro sacro dell'ala rotante. Citiamo i nostri autorevoli colleghi della stampa straniera, che così hanno riportato il pensiero di Faury, senza essere smentiti: “L'H160 è il killer dell'AW139”.

Diamo un'occhiata al mercato attuale degli elicotteri medi bimotore. Dalla lista è ovviamente escluso l'EC155 (oggi noto come H155), destinato ad uscire dal mercato dopo l'introduzione dell'H160. E qui partiamo da una prima considerazione, gli elicotteri di Airbus Helicopters e AgustaWestland danzano l’uno contro l’altro in un feroce gioco delle coppie commerciale e industriale.

L’H160 danza contro l'AW139, tra i pesi massimi l'H175 contro l’AW189 e nei pesi mosca l’H145 contro l'AW109. Le coppie funzionano ma c’è un dettaglio che non torna.

Se il peso medio dell’AW139 è di 6,5 tonnellate, e se l'H160 è il killer dell'AW139, la conseguenza diretta è che l'H160 non può pesare “tra le 5 e le 6 tonnellate”. Per usare una metafora meno cruenta del killer, le coppie funzionano se pesano lo stesso, altrimenti sono comiche. E quindi noi pensiamo che l’H160 dovrà pesare oltre le 6 tonnellate, qualcosa di più.

Ma proviamo a mettere in fila quindi tutti le coppie.

Partiamo dai pesi mosca: H145 e AW109 rivaleggiano nella classe tra le 3 e le 4 tonnellate. Poi ci sono i pesi medi, di cui abbiamo già parlato: il nuovo H160 e l'AW139 nella categoria delle 6 tonnellate e mezzo. Infine i pesi massimi, l'H175 è il rivale commerciale dell'AW189, elicotteri che variano tra le 7 tonnellate e mezzo il primo, e oltre 8 tonnellate il secondo.

L'ELICOTTERO CHE NON C'E' (ANCORA)

Se il ragionamento funziona, a questo disegno manca una coppia in un determinato segmento. Mancano quindi un elicottero e il suo rivale commerciale e industriale. Insomma il nuovo AW169 da 5 tonnellate da chi sarà sfidato?

Ecco l’ipotesi che siamo andati a verificare. Se l’H160 gioca contro l'AW139, significa che esiste un nuovo elicottero X che giocherà contro l’AW169. E la nostra verifica ha dato i risultati che ci attendevamo.

A quanto apprende Helipress Airbus Helicopters avrebbe in pancia un nuovo elicottero, l'H150. E questo nuovo elicottero sarebbe il rivale naturale dell'AW169 sul segmento delle 5 tonnellate. Un vero nuovo esponente della famiglia Dauphin.

Il neonato H150 sarebbe già in fase avanzata di sviluppo, con tanto di mockup degli interni già disegnati e curati nei particolari.

L’H150, abbiamo avuto modo di verificare, arriverebbe in ritardo di alcuni anni sul principale rivale (si parla del 2022), ma andrà a lottare in una serie di segmenti decisivi per l'industria, tra cui il sempreverde Elisoccorso. Ipotizzando il debutto dell'AW169 per la prima metà di giugno 2015, Airbus sarebbe destinata ad arrivare sette anni dopo con un nuovo modello, certamente più aggiornato.

E sette anni nell’industria elicotteristica non sono molti, ma nemmeno uno schiocco di dita.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter