Super AW139: sale il peso massimo, scendono i tempi di produzione

Super AW139: sale il peso massimo, scendono i tempi di produzione

L'aumento a 7,000 kg non sarà l'unica caratteristica dell'evoluzione del bimotore medio, che prenderà in prestito un'importante caratteristica di un altro membro della Family: tutte le ultime novità

di Stefano Silvestre

Emergono nuovi particolari sul progetto del Super AW139 di AgustaWestland. Le caratteristiche della nuova evoluzione del bimotore medio, come anticipato da Helipress, non punteranno esclusivamente sull’aumento di peso, che salirà a 7,000 kg. La nuova versione dell’AW139 punterà infatti dritto all’offshore con alcuni accorgimenti strutturali e tecnici, mirati ad abbattere i tempi di produzione e a garantire prestazioni migliori sia in volo che a terra. Il Super AW139 sarà presentato in occasione del prossimo HAI Heli Expo 2015, in programma a Orlando (Florida) a marzo 2015.

IL SUPER AW139 IMPARA DALL’AW169: L’APU MODE

Il Super AW139 da 7 tonnellate prenderà in prestito dal cugino AW169 una importante modalità: l’APU mode. Si tratta di una tecnologia che consente al sistema elettrico di bordo (compresa aria condizionata, luci e apparati elettromedicali) di restare in funzione anche a rotori fermi. Il reparto tecnico di AgustaWestland ha deciso di mutuare la tecnologia dell’ultimo nato della Family anche in base ai responsi della comunità aeromedica, che ha espresso il proprio favore sulle possibilità offerte dall’APU mode.

L’adozione del sistema dell’auxiliary power unit mode è stato studiato anche per gli operatori offshore, un segmento caratterizzato da lunghi tempi di attesa al suolo in condizioni di caldo e gelo, in cui i benefici dell’APU mode saranno più evidenti. La possibilità di mantenere la cabina riscaldata (o condizionata, a seconda dell’impiego) e le luci accese anche a rotori fermi è infatti una caratteristica che può fare la differenza per equipaggi off shore, spesso impegnati in condizioni meteo al limite.

SUPER AW139: CRESCE IL PESO MASSIMO, DIMAGRISCE LA FUSOLIERA

L’aumento del peso massimo al decollo a 7 tonnellate sarà raggiunto anche attraverso una cura dimagrante. La sezione di coda dell’AW139 sarà modificata, così come le altre parti della fusoliera: l’obiettivo è abbattere il peso degli elementi principali per diminuire i tempi di assemblaggio delle macchine e facilitare un’eventuale aumento del ritmo produttivo.

Anche il carrello retrattile negli sponson laterali sarà irrobustito, una modifica necessaria a seguito dell’aumento di peso a 7 tonnellate.

L’EC175 NEL “SANDWICH” TRA SUPER AW139 E AW189

L’arrivo del Super AW139 pone di fatto il nuovo Airbus Helicopters EC175 in una posizione scomoda. Il bimotore medio della casa franco tedesca, che entrerà in servizio entro la fine dell’anno, sarà presto incalzato anche dall’ultima evoluzione di uno dei modelli più diffusi al mondo (700 esemplari in servizio) che, grazie all’aumento di peso, raggiungerà il medesimo peso massimo al decollo.

L’EC175, in questo modo, sarà stretto a “sandwich” tra il Super AW139 e l’AW189, quello che doveva essere virtualmente il suo principale competitor sul mercato. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter