Elicotteri militari, svelata la catena di montaggio dell'AW149 in Polonia -VIDEO

Elicotteri militari, svelata la catena di montaggio dell'AW149 in Polonia -VIDEO

La controllata di AgustaWestland PZLSwidnik ha tolto il velo al progetto della fabbrica che assemblerà l'aeromobile che gareggerà nella maxi gara della Difesa di Varsavia

La consociata di AgustaWestland in Polonia, PZL Swidnik, ha tolto il velo alla linea di montaggio finale dell’elicottero militare AW149. L’aeromobile, da cui è derivato il progetto civile AW189, sarà in lizza per la maxi gara da 3 miliardi di euro indetta dalla Difesa di Varsavia per il rinnovo della flotta di elicotteri delle forze armate locali.

Alla presentazione del progetto erano presenti l’ambasciatore d’Italia in Polonia Alessandro De Pedys e il suo omologo britannico Robin Barnett. La controllata di Finmeccanica ha confermato che in caso di aggiudicazione del bando di gara, gli AW149 saranno assemblati nello stabilimento di Swidnik.

Nella fotogallery: AW149: svelata la nuova linea di assemblaggio

  • Foto n. 1
  • Foto n. 2
  • Foto n. 3
  • Foto n. 4
  • Foto n. 5
  • Foto n. 6
  • Foto n. 7
  • Foto n. 8
  • Foto n. 9

“In caso di aggiudicazione del bando a nostro favore, il nuovo stabilimento produrrà nuovi investimenti, nuove tecnologie e nuovi posti di lavoro”, ha dichiarato nell’occasione Mieczysaw Majewski, CEO di PZL Swidnik. Il nuovo polo di Swidnik, oltre ad accogliere la catena di montaggio finale dell’AW149, sarà impiegata come base per la formazione e il supporto alle forze armate locali che dovranno operare con il nuovo bimotore medio.

Nel video: AW149: il candidato per la gara polacco

GARA IN POLONIA: AW149 CONTRO EC725 E BLACK HAWK

Con la presentazione del progetto, iniziano quindi a prendere forma i 300 milioni di investimenti di Finmeccanica nella PZL Swidnik. La gara indetta dalla Difesa polacca è una delle più importanti in Europa degli ultimi cinque anni. L’esercito locale è alla ricerca di 70 elicotteri per modernizzare una flotta che, oltre ai W-3 Sokó? di produzione polacca, conta su aeromobili di fabbricazione sovietica in larga parte risalenti alla guerra fredda.

I nuovi elicotteri saranno impiegati in missioni utility e di trasporto, oltre al Combat SAR e operazioni anti sommergibile. Sul piano offensivo, le forze di terra di Varsavia continueranno a contare momentaneamente sui Mil Mi-24D/W Hind-D/E, per i quali è prevista un’ulteriore gara d’appalto (nell’ambito dello stesso programma della Difesa) mirata a individuarne i rimpiazzi.

L’AW149 si misurerà sul campo con l’EC725 Caracal di Airbus Helicopters (presente in collaborazione con l’azienda locale Heli Invest) e con il consorzio approntato da Sikorsky Aircraft Corporation con PZL Mielec, che proporrà il solido S-70i Black Hawk. Il termine per la presentazione delle offerte è stato di recente prorogato di otto settimane: i partecipanti avranno tempo per mostrare le carte fino al prossimo 28 novembre. L’assegnazione del contratto slitterà con ogni probabilità alle prime settimane del 2015. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter