Finmeccanica, archiviata l'indagine su elicotteri AW101 all'India

Finmeccanica, archiviata l'indagine su elicotteri AW101 all'India

Il gruppo industriale e la Casa di Vergiate escono dall'inchiesta relativa alle presunte tangenti versate per la vendita degli aeromobili al Governo di New Delhi

Si chiude ufficialmente un capitolo della saga AgustaWestland-India. La Procura della Repubblica di Busto Arsizio ha sancito l'archiviazione del procedimento nei confronti di Finmeccanica relativo alla fornitura (firmata nel 2010) di 12 elicotteri AW101 in configurazione VVIP al Governo indiano.

La Procura – si legge in una nota del gruppo industriale - ha infatti riconosciuto “da un lato, l'estraneità di Finmeccanica rispetto ai fatti contestati e, dall'altro, che Finmeccanica, sin dal 2003, ha adottato e, successivamente, costantemente aggiornato, un modello di organizzazione, gestione e controllo idoneo a prevenire reati della stessa specie di quello contestato, rivolgendo grande attenzione anche agli aspetti di compliance, al fine di garantire adeguati standard di correttezza ed eticità”.

Con l’archiviazione, escono dall’inchiesta relativa alle presunte tangenti versate per la vendita degli elicotteri all’India sia Finmeccanica che la controllata AgustaWestland. 

LA NOTA DI AGUSTAWESTLAND

La casa di Vergiate e la sua filiale inglese sono arrivate all’accordo con il pm per il patteggiamento di sanzioni amministrative pecuniarie definite “di limitata entità”:

AgustaWestland SpA e la sua filiale inglese AgustaWestland Ltd., unitamente al Pubblico Ministero, hanno deciso di chiedere l’applicazione di sanzioni amministrative di natura pecuniaria di limitata entità nei propri confronti, confermando anch’esse l’efficacia dei rispettivi sistemi di controllo e la sostanziale estraneità nei confronti dei fatti ipotizzati di corruzione contestati dalla Procura. Resta quindi esclusa qualsiasi ammissione di addebito da parte delle due aziende. Le due Società hanno assunto tale decisione in funzione della radicale riorganizzazione del Gruppo Finmeccanica, sulla base della volontà di concentrarsi sulle attività di impresa e cogliere appieno tutte le potenzialità del mercato

Finmeccanica e AgustaWestland erano indagate per corruzione internazionale in base alla legge 231 sulla responsabilità in sede penale degli enti per i reati commessi dai propri dipendenti. L’indagine era stata avviata nell’ambito di un procedimento parallelo a quello a carico degli ex manager Orsi e Spagnolini.

Resta quindi aperto il processo ai due dirigenti, la sentenza di primo grado è prevista il prossimo 9 ottobre, dopo la fine delle arringhe difensive.

AGUSTAWESTLAND-INDIA, IL NODO DELLE GARANZIE BANCARIE

A fine maggio si è aperta una nuova pagina della disputa AgustaWestland-India, relativa alla questione della riscossione della garanzie bancarie. Nell’occasione, il Tribunale di Milano aveva parzialmente accolto il ricorso che Nuova Delhi aveva presentato contro lo stop, imposto dallo stesso Tribunale, alla riscossione dei 278 milioni di euro di garanzie bancarie.

L’India aveva richiesto di poter incassare le fidejussioni rilasciate a garanzia del contratto per la fornitura dei 12 elicotteri AW101. La sesta sezione civile del Tribunale di Milano aveva però inibito il pagamento. Decisione che aveva spinto Nuova Delhi a presentare ricorso, parzialmente accolto alla fine del maggio scorso.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter