Antincendio boschivo 2014, tutto tace dalla Sicilia

Antincendio boschivo 2014, tutto tace dalla Sicilia

Dalla Regione nessun aggiornamento sui piani dopo la gara per l'assegnazione del servizio elicotteristico di spegnimento rimasta deserta. Insomma, un vero blackout comunicativo

L’antincendio boschivo in Sicilia rischia di diventare un caso nazionale. A ormai quattro giorni dal lancio del bando di gara per l’assegnazione del servizio elicotteristico di spegnimento degli incendi (andato deserto), e a quasi tre settimane di distanza dal varo della campagna AIB 2014, dalla Regione non è infatti arrivato alcun segnale, nessun piano per far fronte all’emergenza con l’arrivo degli elicotteri.

NESSUNA NOVITÀ DALLA REGIONE

Helipress ha provato, in questi giorni, a contattare praticamente tutti gli attori in campo. Dall’assessorato Territorio ed Ambiente al comando regionale del Corpo Forestale fino al dipartimento della Protezione Civile. Senza, però, ricevere alcuna risposta.

A mancare, oltre a una pianificazione per gli elicotteri antincendio, è quindi anche un’adeguata informazione dei cittadini, che restano così completamente all’oscuro dei progetti della Giunta.

CROCETTA: “GLI ELICOTTERI HANNO UN POTERE PREVENTIVO?”

L’unico intervento di questi ultimi giorni è stato del Presidente Rosario Crocetta, che ha ventilato la possibilità di un presunto "piano" politico dietro agli incendi divampati in Sicilia negli ultimi giorni. "L'anno scorso non ci sono stati roghi nei boschi e il servizio era stato preparato in tempo. Questo significa che basta avere gli elicotteri pronti perché non ci siano incendi? Questi mezzi hanno una specie di potere preventivo?".

Una provocazione, insomma, ma con basi (statistiche alla mano) non del tutto condivisibili.

ANTINCENDIO SICILIA 2013: 242 INCENDI CON 9 ELICOTTERI IMPEGNATI

In effetti, il piano antincendio boschivo in Sicilia per il 2013 ha visto impegnati 9 elicotteri, dislocati su tutto il territorio regionale. Detto questo, gli aeromobili sono serviti per fronteggiare insieme agli altri mezzi, ben 242 incendi (al 14 agosto 2013, cifre fornite dal Corpo Forestale dello Stato): si tratta del terzo dato più alto in Italia.

LA FLOTTA AEREA DELLO STATO: LA LEGGE 353/2000

La domanda che, a questo punto, potrebbe sorgere spontanea è: dove sono i mezzi aerei dello Stato? Secondo la legge 353/2000 il Governo deve garantire il supporto alle Regioni, che sono però chiamate a dotarsi di aerei ed elicotteri propri. Un aiuto che è già arrivato sottoforma di Canadair (due aerei più uno di riserva saranno di stanza a Trapani fino al 21 settembre) e S-64 Skycrane (uno a Comiso nello stesso periodo di tempo), nonostante una pesante spending review

In attesa di novità da Palazzo D’Orleans, dunque, l’impegno del Corpo Forestale dello Stato e dei Canadair dei Vigili del Fuoco (gestiti da Inaer Aviation Italia) resta l’unico dato reale su cui calcolare l’entità dell’antincendio boschivo in Sicilia: due Canadair (più uno) e un elicottero S-64. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter