Il primo Airbus Helicopters H160 di serie è decollato da Marignane

Il primo Airbus Helicopters H160 di serie è decollato da Marignane

La certificazione è attesa per il 2019, l'aeromobile – in una livrea speciale con gli autografi di centinaia di persone che hanno partecipato al programma - sarà consegnato nel 2020

Ancora un passo storico per il nuovo elicottero Airbus Helicopters H160. Il primo aeromobile di produzione in serie è decollato il 14 dicembre dagli stabilimenti di Marignane, in Francia: l’elicottero, in una livrea speciale celebrativa (formata dagli autografi delle centinaia di specialisti che hanno contribuito al programma), sarà consegnato nel 2020 subito dopo la certificazione, attesa per l’anno prossimo.

Prima di questa prima serie, Airbus Helicopters ha già prodotto tre prototipi del suo nuovo elicottero. Ad oggi, gli esemplari di prova hanno completato più di 1.000 ore di volo per le fasi finali della campagna di test, confermando la bontà delle modifiche introdotte nella configurazione di serie.

Oltre alle sue applicazioni civili, inclusi i servizi alle offshore di petrolio e gas, l’Airbus Helicopters H160 sarà il futuro elicottero del programma francese HIL. L'obiettivo designato del programma di sostituzione dei vecchi Alouette III, è di una flotta di 169 H160, 80 per l'esercito, 49 per la marina e 40 per l'aeronautica. I primi ordini sono previsti da Airbus Helicopters nel 2022, mentre le prime consegne scatteranno dopo il 2025.

INGRESSO IN SERVIZIO PREVISTO: 2019

Dopo il debutto del terzo prototipo, Airbus Helicopters ha svelato ulteriori dettagli sulla roadmap verso l’ingresso in servizio dell’H160. La certificazione e l’ingresso in servizio dell’elicottero sono previsti per la prima metà del 2019, quindi a quattro anni esatti di distanza alla presentazione ufficiale.

IL PESO MASSIMO AL DECOLLO

Dopo l’iniziale inquadramento nella categoria delle 5,5 – 6 tonnellate, Airbus ha confermato il peso massimo al decollo dell’H160: 5,670 kg (12,500 lb) e la velocità in Fast Cruise (fissata a 155 kt – 285 km/h), mentre il range sarà superiore a 460 nm (850 km).

È inoltre prevista una versione più pesante da 6.050 kg, per la quale non sono stati comunicati ulteriori dettagli. Entrambe le opzioni saranno in ogni caso disponibili a partire dal day one.

I PROTOTIPI IN VOLO

Nel giorno del suo debutto il prototipo PT3 ha volato per oltre un’ora e mezza in un test definito “solido e significativo” dal numero uno del programma H160 Bernard Fujarski. Il responsabile del progetto ha sottolineato come il comportamento in volo dell’aeromobile sia stato in linea alle previsioni e alle simulazioni effettuate, su un piano simile a quello già sperimentato con i primi due esemplari di prova PT1 e PT2.  PT3 tuttavia non è esattamente un gemello dei primi due prototipi: secondo quanto rivelato da Fujarski, il terzo aeromobile di test ha ricevuto una serie di lievi modifiche come lo spostamento degli equipaggiamenti elettrici e avionici dal vano cargo al muso, un dettaglio studiato per valutare gli effetti di spostamento del centro di gravità.