La divisione elicotteri frena Leonardo: in calo AgustaWestland

La divisione elicotteri frena Leonardo: in calo AgustaWestland

I risultati dei primi nove mesi del 2017 hanno spinto il CEO Profumo a rivedere le guidance di Ricavi e utili prima degli interessi a causa delle difficoltà del settore dell'ala rotante: tutti i dati

“Il 2017 sarà un anno più difficile del previsto, sono emerse alcune criticità nel settore Elicotteri per le quali abbiamo già intrapreso una serie di azioni”. È il commento ai dati dei primi nove mesi del 2017 da parte del CEO di Leonardo Alessandro Profumo, che ha fatto il punto sulla flessione della redditività del Gruppo dovuta – si legge in una nota ufficiale – per effetto degli elicotteri, che risentono di difficoltà su alcuni mercati di riferimento e della redditività di alcuni programmi.

Il Gruppo Leonardo ha chiuso i primi nove mesi del 2017 con un aumento del 5 per cento degli ordini, con una solida performance nell’Aeronautica e nell’Elettronica, Difesa e Sistemi di Sicurezza.

La novità non è assoluta in senso stretto, già nel precedente report si era parlato dell’effetto elicotteri, unico settore in calo del Gruppo Leonardo. La notizia è nella revisione della guidance di ricavi e EBITA (ricavi prima degli interessi, delle tasse, delle imposte e degli ammortamenti) a causa del perdurare delle difficoltà del settore ad ala rotante.

LEONARDO ELICOTTERI: RICAVI IN CALO DI 210 MILIONI

In dettaglio, il raffronto con lo stesso periodo del 2016 parla di un calo nei ricavi di 210 milioni di euro (2,3 miliardi contro i 2,5 del 2016), mentre il dato relativo agli ordini della ex AgustaWestland è in salita rispetto ai primi nove mesi dello scorso anno (1,7 miliardi contro 1,5 miliardi).

In un contesto che rimane caratterizzato dall’incertezza e dalle difficoltà di alcuni mercati di riferimento, si legge nella nota ufficiale di Leonardo, l’andamento a settembre 2017 mostra un livello di nuovi ordinativi in crescita rispetto allo stesso periodo dell’esercizio precedente. I risultati economici hanno risentito di rallentamenti negli avanzamenti produttivi, con una redditività che pur mantenendosi in doppia cifra, risulta in flessione.

Il CEO di Leonardo Alessandro Profumo ha sottolineato di aver intrapreso “azioni di miglioramento” per far fronte alla crisi del settore elicotteri. “Confido nei punti di forza dei tre business principali del Gruppo e sono fiducioso delle prospettive di crescita e sono fiducioso delle prospettive di crescita nel medio-lungo periodo”. 

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter