Passione Spotter: Davide Calabresi

Passione Spotter: Davide Calabresi

Scatta foto a tutto ciò che vola, adora l'AW139, ama gli elicotteri ma non ci è mai salito sopra. Oggi è tra i fondatori del gruppo Facebook Malpensa Spotters Group: il nostro spotter del mese

Se si potesse riassumere il senso della comunicazione per l’industria dell’ala rotante basterebbero poche semplici parole: sognare di volare su un elicottero. In questo caso abbiamo scelto quelle di Davide Calabresi, grafico di mestiere, fotografo di aerei e elicotteri per passione.

Davide non ha esperienze di lavoro o di turismo su elicotteri, ma vederli semplicemente volare lo spinge immediatamente a cercare la foto perfetta.

È un tema comune nel mondo degli spotter: immortalare e condividere con il pubblico più vasto possibile ciò che appare molto vicino fisicamente ma che su un piano più pratico è distante, se non irraggiungibile.

Comunicare l’industria degli elicotteri non serve a vendere più macchine, lo abbiamo detto e ripetuto più volte, in tutte le lingue. Parlare di elicotteri, farlo a tutti e per tutti, significa accrescere la consapevolezza generale riguardo l’utilità sociale di queste macchine che ogni giorno portano a termine missioni di vitale importanza per la comunità. In tutto il mondo.

Ecco chi è Davide Calabresi (e una selezione delle sue foto migliori, più in basso).

Partiamo da te: come ti chiami, quanti anni hai e cosa fai nella vita?

Mi chiamo Davide Calabresi, ho 28 anni e mi occupo di grafica, web design e fotografia.

Quando hai iniziato a fotografare aerei ed elicotteri?

Fin da piccolo ho sempre avuto la passione per la fotografia, ma è quasi per caso che ho iniziato a fotografare velivoli. Abitando nei pressi di Malpensa, un pomeriggio di quasi 9 anni fa, mi sono imbattuto con degli amici nel perimetro aeroportuale e abbiamo iniziato a far foto, foto decisamente brutte, direi oggi. Scattando e riscattando, ho migliorato decisamente la mia tecnica e la passione per la fotografia aeronautica è cresciuta sempre di più, tanto da decidere di fondare con un gruppo di amici il Malpensa Spotters Group (MSG).

Nella fotogallery: Passione Spotter: Davide Calabresi

  • Foto n. 1
  • Foto n. 2
  • Foto n. 3
  • Foto n. 4
  • Foto n. 5
  • Foto n. 6
  • Foto n. 7
  • Foto n. 8
  • Foto n. 9
  • Foto n. 10
  • Foto n. 11
  • Foto n. 12
  • Foto n. 13
  • Foto n. 14
  • Foto n. 15

Una buona foto è anche questione di tempismo.

…e fortuna. Oggi cerco di fotografare costantemente sia aerei che elicotteri, ogni volta che intravedo l’arrivo di condizioni meteorologiche particolari come un temporale col sole, un tramonto mozzafiato, la nebbia, mi fiondo a Malpensa per tentare lo scatto perfetto.

Qual è il tuo elicottero preferito?

Sarà banale ma il mio elicottero preferito è l'AgustaWestland AW139, ogni volta che me lo vedo passare sopra la testa mi fermo per ammirarlo, e abitando vicino la linea volo di AgustaWestland capita più volte al giorno. Ammiro il 139 perché un gioiello tecnologico e stilistico italiano e la sua linea a mio parere è veramente accattivante da qualsiasi punto si osservi.

Che tipo di operazioni in elicottero preferisci?

Le operazioni di Elisoccorso mi hanno sempre affascinato, anche perché ho avuto la fortuna di seguire in prima persona molte operazioni di I-REDY, il bellissimo AW139 giallo dell'Elisoccorso di Como, in interventi sanitari ed esercitazioni varie.

Che tipo di strumenti usi per i tuoi scatti?

Sono solito utilizzare due corpi macchina: una Canon 7D con  lente Canon 70-200L f2.8 (o Canon 100-400L f4,5-5,6) e una Canon 1D Mark III con lente Canon 17-40L f4. Porto sempre con me anche un fisheye 8mm Samyang, che può sempre venire utile soprattutto in spazi angusti come i cockpit. Infine ho due cavalletti, un Manfrotto pesante e ben stabile e un mini cavalletto Rollei, molto utile quando viaggi in aereo perché si infila comodamente nel bagaglio a mano.

Pensi che i social media possano aumentare la consapevolezza delle persone sull'importanza del lavoro aereo?

Ne sono convinto. Oggi il canale social è uno dei più efficaci metodi di comunicazione soprattutto per le nuove generazioni. Un esempio concreto è la nostra pagina Facebook Malpensa Spotters Group, che vanta più di 10mila follower e sicuramente ha fatto la sua parte per contribuire alla diffusione della cultura aeronautica tra i giovani, e non solo.

Quali sono gli scatti e le location che sogneresti di fotografare in qualità di fotografo di aviazione?

Direi Anchorage, in Alaska, nella stagione invernale. Traffico aereo da paura e sfondi innevati: cosa si può volere di più?

Hai mai pilotato un elicottero?

Mai pilotato, e purtroppo non sono neanche mai salito a bordo di un elicottero. Sogno anche solo di poterci salire in veste di passeggero, pilotare è un’altra cosa.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter