Antincendio boschivo, oltre 4.500 missioni aeree per i Vigili del Fuoco

Antincendio boschivo, oltre 4.500 missioni aeree per i Vigili del Fuoco

Canadair e elicotteri in volo per oltre 100 ore al giorno. La gran parte degli incendi nel Lazio: in tutto 15.843 interventi. Tutti i numeri della campagna

Quasi il doppio degli interventi rispetto al 2016 e un’attività aerea quasi incessante, al ritmo di oltre 100 ore di volo al giorno. Sono i numeri pubblicati dal Corpo Nazionale dei vigili del fuoco per gli incendi boschivi e di vegetazione in relazione alle attività di antincendio boschivo dell’estate che si appresta a concludersi.

Dalla metà di giugno ad oggi sono stati registrati 96.090 interventi da parte del Corpo Nazionale dei vigili del fuoco per gli incendi boschivi e di vegetazione. Il computo supera di diverse migliaia quello relativo al 2016, in cui gli interventi furono 53.252. 

La flotta aerea del CNVVF, composta da 16 Canadair e 10 elicotteri, è stata interamente impiegata per fronteggiare i tanti roghi, con 4.550 missioni svolte fino a oggi, 9.395 ore di volo e 46.470 lanci.

NEL LAZIO OLTRE 15MILA INTERVENTI

La gran parte degli incendi è stata registrata nel Lazio, dove i vigili del fuoco hanno effettuato 15.843  interventi. Le altre regioni maggiormente colpite dai roghi sono state la Sicilia con 15.059 interventi, la Campania con 14.048, la Puglia con 13.551 e la Calabria con 10.738.

Nel Lazio tutte le province sono state interessate fortemente dagli incendi, ma Roma è quella che ha registrato il maggior numero di interventi: nella zona di Castel Fusano, per lungo tempo, sono proseguite le operazioni di contenimento e spegnimento dell’incendio in pineta.

SICILIA, CAMPANIA E PUGLIA

Grandi e molteplici fronti di fiamma si sono concentrati in diverse aree della Sicilia e della Campania: le situazioni più critiche sono state registrate alle pendici del Vesuvio nei comuni di Ercolano, Torre del Greco e Pozzuoli dove i vigili del fuoco hanno operato per diversi giorni con squadre a terra e per vie aeree.

In Puglia le maggiori difficoltà di intervento sono state riscontrate sulle isole Tremiti (FG), ed in particolare nei boschi di San Domino, dove hanno operato i vigili del fuoco di Foggia in collaborazione ad unità e mezzi VVF extra regionali provenienti da Campobasso, Pesaro ed Ancona.

Grandi criticità sono state registrate in Abruzzo, specie nell’aquilano. Dal 20 agosto diversi incendi hanno interessato le montagne del Morrone, il massiccio della Majella che sovrasta il comune abruzzese di Sulmona (AQ) e le frazioni di Fonte D’Amore, Bagnaturo, Badia e Le Marane. Il dispositivo di soccorso abruzzese è stato rafforzato con sezioni operative fatte confluire dai comandi di Perugia, Pesaro Urbino, Bologna e Modena per provvedere non solo allo spegnimento dei focolai ma anche al trasporto in zona impervia di vigili del fuoco per l’estinzione delle fiamme via terra. Il Corpo Nazionale si è dimostrato particolarmente attivo nella lotta agli incendi anche in molti territori della Calabria, della Toscana, della Sardegna e della Basilicata.

La flotta statale di aerei e elicotteri impegnata nel contrasto agli incendi boschivi è stata ufficialmente schierata a partire dallo scorso 1° luglio: oltre ai 28 mezzi complessivi messi in campo dallo Stato, una serie di Regioni si sono tuttavia organizzate con altrettanti operatori civili per integrare il servizio antincendio con elicotteri.

Sono oltre 50 gli aeromobili schierati in 9 Regioni, che vanno a rafforzare le operazioni con disponibilità dal dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017.

L’elicottero più utilizzato sarà l’Airbus Helicopters AS350 B3 (44 gli elicotteri di questo tipo schierati in tutta Italia), seguito dal SA315 Lama. Per il secondo anno consecutivo, la Sardegna si è inoltre dotata di un Airbus Helicopters AS332 L1 Super Puma, unico esemplare del genere utilizzato nel nostro Paese in questo periodo storico.

In dettaglio, ecco le flotte antincendio di operatori civili schierate in Italia:

Regioni

MODELLI

AS350 B3

AS350 B2

EC135

SA315 B

AS332

PIEMONTE

3

 

 

2

 

LOMBARDIA

4

 

 

 

 

VENETO

1

 

 

 

 

LIGURIA

2

 

 

 

 

TOSCANA

10

 

 

 

 

LAZIO

5

 

2

 

 

CAMPANIA

5

2

1

 

 

SARDEGNA

7

 

 

4

1

CALABRIA

4

 

 

 

 

FRIULI V.G.

1

 

 

 

 

Sul piano della flotta statale, la campagna AIB 2017, avviata ufficialmente dal 1° luglio al 31 agosto 2017 è composta da una flotta di sedici Canadair CL415 (gestiti da Babcock MCS Italia), due dei quali cofinanziati dalla Commissione Europea nell’ambito del progetto BufferIT, quattro elicotteri Erickson S64F (uno dei quali considerato riserva tecnica), e altri otto elicotteri del Comparto Difesa e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter