Elisoccorso, corsa a tre per la Sardegna

Elisoccorso, corsa a tre per la Sardegna

Airgreen, Babcock e la belga NHV in gara per il bando HEMS da 93 milioni di euro dell'Isola: al via con tre basi e tre elicotteri

 

L’attesa sta per finire. Una delle ultime Regioni italiane rimaste senza un servizio “ufficiale” di Elisoccorso, si appresta ad affidare a un provider privato i servizi HEMS. La Sardegna ha infatti ricevuto tre offerte per il bando di gara da quasi 93 milioni di euro per l'affidamento del servizio di elisoccorso per una durata di otto anni.

Le buste sono state aperte a inizio settembre presso la Ats-Assl di Olbia, la stessa che ha bandito la gara. Le offerte appartengono a due aziende italiane, Airgreen srl e la Babcock Mission Critical Service Italia, e alla famosa ditta belga NHV, che si è presentata con un raggruppamento temporaneo di impresa insieme all'azienda italiana Rotar Italia sas.

ELISOCCORSO SARDEGNA: CORSA A TRE

La gestione dell'elisoccorso in Sardegna è in questo momento in capo ai Vigili del fuoco sulla base di una convenzione firmata con la Regione. Il termine della gara era stato inizialmente fissato per il 23 agosto scorso, ma a seguito di richieste di due potenziali concorrenti che non riuscivano a predisporre la domanda entro quella data, l'Azienda per la tutela della Salute (la Asl unica regionale) aveva deciso di prorogare i termini fino al 5 settembre,  al fine di avere più aziende in corsa per l'aggiudicazione.

Il bando prevede che il servizio debba essere effettuato su tre basi e con tre velivoli (più relativi backup) di stanza a Cagliari-Elmas, Alghero-Fertilia - entrambi per 12 ore - e Olbia Costa-Smeralda, attivo sulle 24 ore.

"Sono soddisfatto che alla gara d'appalto abbiamo partecipato ben tre imprese. Si tratta di un importante passaggio in vista dell'aggiudicazione del contratto che, per la prima volta nell'Isola, consentirà di attivare il servizio di elisoccorso, che avverrà presumibilmente entro l'anno", ha dichiarato il direttore dell'Ats, Fulvio Moirano. Così come da convenzione siglata con l'Anac, l'elenco degli offerenti, insieme all'elenco dei candidati commissari di gara, verranno inviati all'Autorità nazionale anticorruzione per la valutazione ad essa riservata. In seguito a questo parere, l'Ats procederà alla nomina della Commissione di gara che avrà il compito di valutare le offerte e aggiudicare la gara.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter