Giornata della Marina 2017: in mostra navi e elicotteri

Giornata della Marina 2017: in mostra navi e elicotteri

Weekend di festa per la Giornata della Marina: il 9-10 giugno a Civitavecchia si celebra l'anniversario della Battaglia di PRemuda: in mostra NH90, EH101 e tra cui la portaeromobili Garibaldi

"Noi siamo la Marina”. È con queste parole che il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, ha offerto il suo personale saluto alla Giornata della Marina, la festa delle nostre forze navali che ricorre nell’anniversario della battaglia di Premuda, combattuta dal comandante Luigi Rizzo contro la Marina austro-ungarica.

La cerimonia si è svolta nel porto di Civitavecchia, ed è stata aperta dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: al suo fianco il Ministro della Difesa Roberta Pinotti, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Generale Claudio Graziano e l’Ammiraglio Valter Girardelli, Capo di Stato Maggiore della Marina. Sul piano espositivo, nel weekend 10-11 giugno sarà possibile per il pubblico salire a bordo delle unità più prestigiose della Marina, tra cui la portaeromobili Garibaldi (sul ponte sono visibili gli elicotteri SH-90 e EH-101) e le due fregate Carabiniere e Alpino.

Nella fotogallery: Giornata della Marina 2017

  • Foto n. 1
  • Foto n. 2
  • Foto n. 3
  • Foto n. 4
  • Foto n. 5
  • Foto n. 6
  • Foto n. 7
  • Foto n. 8
  • Foto n. 9
  • Foto n. 10
  • Foto n. 11
  • Foto n. 12
  • Foto n. 13
  • Foto n. 14

La Marina Militare festeggia simbolicamente la propria giornata insieme al Corpo delle Capitanerie di Porto - Guardia Costiera come un unico grande Equipaggio composto di uomini e donne, militari e civili, una scelta nel segno della profonda dedizione, sacrificio e passione condivise da tutte i Corpi per il mare.

“Nuove minacce richiedono riflessioni profonde per conciliare l’apertura all’altro e la libertà del nostro vivere con l’insopprimibile difesa delle nostre società – ha sottolineato il ministro Pinotti -, anche in questo è protagonista la nostra Marina ogni volta che è chiamata a proteggere i nostri interessi vitali. Anche quando è chiamata a prestare soccorso chi, attraverso il mare, fugge da tragedie troppo grandi alla ricerca di una vita dignitosa”.

L’AVIAZIONE NAVALE OGGI

Il 2 maggio 1994, presso la base di Grottaglie, è stato costituito il Nucleo Lotta Anfibia (N.L.A.), la cui peculiarità era la specializzazione nel supporto al Reggimento San Marco.

I nuovi orizzonti aperti sia nel settore elicotteristico che nell’ala fissa hanno portato a una drastica riorganizzazione dell’Aviazione Navale con la costituzione, agli inizi del 2000, del Comando Forze Aeree (COMFORAER), con lo scopo prioritario di razionalizzare l’impiego operativo delle risorse disponibili (personale, materiali e mezzi).

ll 19 marzo 2001 la Marina riceve il primo elicottero trimotore AgustaWestland EH-101, nuovo aeromobilr multi ruolo sviluppato grazie ad una joint venture tra l’Agusta e la Westland e sicuramente il più avanzato e moderno disponibile sul mercato. Destinato a prendere il posto degli storici ma ormai obsoleti SH-3D, che cominciarono ad essere progressivamente dismessi, il nuovo mezzo ad ala rotante era disponibile nelle varianti Maritime Patrol Helicopter (MPH) (per operazioni di sorveglianza e contrasto alle Unità di superficie e subacquee), Helicopter Early Warning (HEW) (per operazioni di sorveglianza aerea e di superficie a grande distanza e di supporto alla componente aerotattica imbarcata) ed Assault Support Helicopter (ASH) (per il trasporto di truppe, mezzi e materiali, nonché per evacuazione sanitaria).

Altra pietra miliare dell’Aviazione Navale è stata l’entrata in linea, il 27 marzo 2008, della Portaerei Cavour, ora Nave Ammiraglia della Marina, concepita in modo da assicurarne la massima flessibilità di impiego, potendo fungere anche da Quartier Generale avanzato per Comandi Complessi Operativi, da unità per Operazioni Anfibie, da nave ospedale e da unità per gli interventi umanitari di grande scala.  

Nel complesso il Cavour, disponendo di un ponte di volo con 7 spot impiegabili simultaneamente, con aree di parcheggio per altri otto aeromobili, grazie ad una superficie netta di 6.800 metri quadri, ha la capacità di imbarcare una ventina di aeromobili, fra elicotteri (EH-101, AB-212 e SH-90A) ed aerei (AV-8B Plus ed in futuro anche i nuovi JSF), secondo una configurazione mista che viene attentamente calibrata in modo da ottenere il miglior compromesso operativo ai fini dell’ottimale svolgimento della missione assegnata alla Portaerei.

MARINA MILITARE: L’ELICOTTERO SH-90

L’ultima novità in fatto di nuovi aeromobili riguarda l’entrata in linea dell’elicottero bimotore NHIndustries SH-90A che sostituirà progressivamente la linea AB-212 e che verrà acquisito in 56 esemplari, di cui 46 nella versione da pattugliamento marittimo (MPH) e dieci nella versione da assalto marittimo (ASH).

Questo avanzato elicottero multiruolo sarà in grado di svolgere missioni d’individuazione e neutralizzazione di obiettivi subacquei e di superficie, operazioni di assalto marittimo e di trasporto truppe, mezzi e materiali e di evacuazione sanitaria.

Foto Copertina e e Gallery per gentile concessione della Marina Militare

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter