Leonardo-Finmeccanica: ordini in Brasile per 5 elicotteri AW169

Leonardo-Finmeccanica: ordini in Brasile per 5 elicotteri AW169

Il nuovo bimotore è stato commissionato in configurazione trasporto VIP: oltre 20 gli aeromobili dello stesso tipo già opzionati da diversi operatori del Paese sudamericano, 150 in tutto il mondo

AMSTERDAM - Continua il successo in Brasile dell’elicottero bimotore Leonardo – Finmeccanica AW169. L’aeromobile è stato opzionato da 5 differenti clienti del Paese sudamericano in configurazione trasporto VIP: l’annuncio dei nuovi contratti è arrivato a breve distanza dalla presentazione ufficiale della variante executive. Sono in tutto 20 gli ordini complessivi in Brasile di elicotteri AW169, 150 le macchine opzionate fino ad oggi in tutto il mondo.

L’esatta entità della configurazione VIP non è ancora stata rivelata dalla ex AgustaWestland, che aveva tuttavia mostrato il mockup degli interni executive in occasione di HAI Heli Expo 2016. Per il nuovo prodotto sono state adottate tecnologie all’avanguardia per il rotore, l’impianto propulsivo, l’avionica e la trasmissione. L’AW169 può ospitare fino a dieci passeggeri.

Con le opzioni per l’AW169 in Brasile, Leonardo mantiene la sua leadership sul mercato globale degli elicotteri plurimotore per trasporto executive, con una quota del 50 per cento.

AW169: TECNICA E TECNOLOGIA

L'AW169 di Leonardo Elicotteri (ex AgustaWestland) è stato certificato dall'EASA con standard CS-29. Il via libera della FAA statunitense, raggiunta nel luglio scorso, ha di fatto sbloccato le consegne anche negli States.

Le principali novità dell'AW169 riguardano lo spazio in cabina, nei propulsori Pratt&Whitney PW210A e nell'adozione di un'APU mode (Auxiliary Power Unit), una modalità legata al motore PW210A e alla trasmissione dell’elicottero (come da consolidata tradizione, progettata e realizzata presso lo stabilimento di Cascina Costa di Samarate) che consentono di utilizzare gli apparati elettrici di bordo (compresi gli aeromedicali, nel caso di allestimento HEMS) anche a rotore fermo.

L'elicottero è inoltre il primo della sua categoria ad essere dotato di carrello elettrico retrattile ed il primo ad essere certificato con un carrello di questo tipo.

AW169: SICUREZZA E EMISSIONI

L'avionica comprende un cockpit NVG-ready, quindi già adatto all'uso dei visori notturni e tre display da 8 x 10 pollici e grafica 3D. L'abbattimento del carico di lavoro dei piloti è garantito da un sistema di controllo digitale automatico a 4 assi (DAFCS) completo di dual FMS (flight management system), un dettaglio che consente le operazioni in single pilot sia in VFR che IFR. I tre schermi principali sono affiancati da due ulteriori interfacce di tipo “touch screen” (poste nella console tra i due piloti) che consentono un intuitivo controllo di diverse funzioni dell’elicottero, dalle luci ai piani di volo, dall’aria condizionata ai circuit breakers.

Sul piano della sicurezza attiva, l'AW169 è dotato di un sistema di prevenzione di eventuali collisioni con i suolo TAWS (terrain awareness warning system) e di un sistema di anticollisione in volo che può essere aggiunto alla configurazione standard dell'avionica. In particolare sarà disponibile sull’AW169, su richiesta, un sistema anti-collisione esclusivo realizzato dalla divisione elicotteri di Finmeccanica denominato OPLS (Obstacle Proximity Lidar System), già certificato su AW139 e in grado di allertare l’equipaggio con segnali visivi e acustici nei casi di prossimità eccessivamente ridotta tra il disco rotore e una superficie esterna (ad esempio, una parete rocciosa, un edificio, le infrastrutture di una piattaforma petrolifera). 

Novità anche sul piano delle emissioni acustiche, ridotte grazie all'adozione di un rotore principale a giri variabili. L'aerodinamica dell'AW169 è stata inoltre progettata per aderire al programma European Clean Sky Green Rotocraft Drag Reduction.

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter