Il team Sesar italiano ha completato le prove delle procedure PBN in Lombardia

Il team Sesar italiano ha completato le prove delle procedure PBN in Lombardia

I test di volo, condotti da ENAV e Leonardo-Finmeccanica su un network specifico tra Milano Linate, Malpensa e Lugano, hanno validato le procedure performance based navigation

Nuovo traguardo per l’adozione delle procedure PBN (performance based navigation) in Italia. Nelle scorse settimane il team italiano del Single European Sky ATM Research (SESAR, studio di un sistema di gestione del traffico aereo per il cielo unico europeo) ha completato una serie di prove di volo necessarie a validare le procedure mirate a migliorare i livelli di sicurezza, l’accessibilità allo spazio aereo e alle elisuperfici per le operazioni in elicottero.

I trial sono stati condotti dall’Enav e da Leonardo-Finmeccanica Elicotteri (la ex AgustaWestland) con un elicottero AW189 su un network PBN avanzato specifico tra Milano Linate, Malpensa e Lugano.

Si tratta di un sistema all’avanguardia e di un modello esportabile con ottime potenzialità: l’obiettivo della cooperazione tra Enav e Finmeccanica è di contribuire all’espansione efficiente e sicura delle piattaforme ad ala rotante in Europa, in accordo con gli obiettivi del SESAR, attraverso la costituzione di uno dei network IFR più avanzati al mondo.

PROCEDURE PBN IN ITALIA: I TRIAL IN LOMBARDIA CON l’AW189

Le prove di volo sono state mirate in particolare alle procedure: i test hanno quindi preso in considerazione rotte IFR di bassa quota, avvicinamenti point-in-space IFR e voli diretti e in partenza da installazioni non IFR, oltre a testare le operazioni SNI (Simultaneous non interfering) negli aeroporti.

Per i test è stato impiegato uno degli alfieri di Finmeccanica, l’elicottero Supermedio da 8.6 tonnellate AW189. L’aeromobile è stato affiancato nelle prove dal fratello minore AW139, entrambi i modelli dispongono di una suite di navigazione basata su un sistema di gestione FMS duale (Flight management system). Nel pacchetto è compreso un recente sistema di augmentation del sistema di navigazione satellitare GNSS (SBAS) (WAAS/EGNOS, tecnologie dotate di ricevitori duali GNSS e di un autopilot avanzato a 4 assi.

Le procedure testate in Lombardia sono collegate alle rotte IFR di bassa quota già in servizio tra Torino e Venezia e impiegano l’infrastruttura al momento in fase di sviluppo da parte dell’Enav in Piemonte

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter