AgustaWestland è diventata Finmeccanica Helicopters Division

AgustaWestland è diventata Finmeccanica Helicopters Division

L'iniziativa "One Company" sarà attiva dal 1° gennaio 2016. Prende forma il modello di governance voluto dal CEO Mauro Moretti: la multinazionale sarà composta da quattro settori e sette divisioni

La rivoluzione AgustaWestland è iniziata: dal 1° gennaio 2016 il costruttore anglo italiano sarà noto con il nome Finmeccanica-Helicopters Division e sarà parte di una delle sette divisioni del colosso industriale. Si tratta del nuovo modello di governance lanciato dal CEO Mauro Moretti a metà 2014 ed oggi arrivato al suo primo decisivo step.

Con il cambiamento è inoltre arrivato il lancio di un nuovo sito ufficiale. Il brand AgustaWestland non scomparirà e lo stesso discorso vale per i nomi degli elicotteri, che non subiranno un rebranding dei nomi, sulla falsariga di quanto intrapreso - non senza una certa confusione - da Airbus Helicopters a inizio 2015 (a un anno di distanza dall’abbandono del brand Eurocopter).

FINMECCANICA: IL RIASSETTO

La nuova organizzazione vedrà Finmeccanica agire come un’unica entità nell’ambito dei settori Aerospazio, Difesa e Security e sarà organizzata in quattro settori fondamentali e da sette divisioni che, di fatto, rimpiazzeranno il precedente modello formato da una holding composta da più business indipendenti.

“Siamo fieri del nostro lavoro, uno sforzo che ci ha permesso di introdurre il nuovo modello organizzativo e operativo nei tempi prestabiliti – ha commentato il CEO Moretti -. La suddivisione in divisioni aumenterà l’efficienza delle attività di Finmeccanica, riducendo i costi gestionali e massimizzando le economie di scale e le sinergie. Come unità unificata, Finmeccanica consolida la sua posizione competitiva nel sempre più complesso mercato dell’aerospazio, della Difesa e della security, elevando la sua leadership tecnologica e di prodotto, rafforzata dall’appartenenza a un grande e singolo gruppo industriale”.

FINMECCANICA: LA NUOVA GOVERNANCE

Dal 15 maggio 2014, data dell’insediamento del nuovo Cda, il nuovo corso di Finmeccanica ha registrato il giudizio positivo del mercato finanziario internazionale: ad oggi il titolo azionario della società ha infatti registrato un rialzo pari a circa il 120 per cento. Numeri positivi anche per i primi nove mesi del 2015, che hanno evidenziato un aumento degli indicatori EBITA e EBIT, rispettivamente, pari al 45% ed all’84% nei confronti dei primi nove mesi del 2014, con un risultato netto ordinario positivo di 150 milioni di euro, rispetto alla perdita netta di 54 milioni dei primi nove mesi del 2014.

La nuova struttura organizzativa di Finmeccanica è basata su quattro settori e sette divisioni, tra cui la neonata Finmeccanica-Helicopters:

• Helicopters

• Aeronautics

• Electronics, Defence & Security Systems

• Space

Le sette divisioni saranno invece responsabili del business delivery e avranno pieno potere gestionale nell’ambito delle proprie attività di riferimento e, importante, avranno piena responsabilità sulle rispettive performance finanziarie:

 • Helicopters

• Aircraft

• Aero-structures

• Airborne & Space Systems

• Land & Naval Defence Electronics

• Defence Systems

• Security & Information Systems

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Helipress iscriviti alla nostra newsletter